A Belfast con Vologratis.org

Diario di viaggio di Andrea Petroni, travel blogger di Vologratis.org

Abbiamo chiesto al travel blogger Andrea Petroni di raccontarci il suo viaggio a Belfast e di darci qualche consiglio su come visitare la città e i dintorni risparmiando. Tre giorni per scoprire la capitale dell'Irlanda del Nord e fare anche un salto sulla costa. Ecco il suo diario di viaggio.

Andrea Petroni, travel blogger
Andrea Petroni, travel blogger

Non c'è un vero e proprio confine che separa la Repubblica d'Irlanda e l'Irlanda del Nord, ti accorgi di essere sconfinato solo quando vedi l'Union Jack sventolare sulle case. Per il resto tutto rimane invariato. Il colore verde dei prati, i paesaggi mozzafiato, il sorriso della gente, e quella sensazione di gioia che pervade l'anima di ogni viaggiatore che mette piede nell'Isola di Smeraldo.

Belfast, la sua capitale dal passato burrascoso, è ora una città vivace, allegra e piena di fascino. Una città che guarda al futuro pur mantenendo le proprie tradizioni.
Si raggiunge da Dublino in meno di due ore di pullman e con soli £ 8 a tratta, o direttamente da alcuni aeroporti italiani con la compagnia aerea Jet2.com.


L'Irlanda del Nord è un mix di storia, di arte, di cultura e di natura. Il posto ideale per trascorrere una vacanza indimenticabile.

Durante il giorno si possono visitare luoghi ricchi di storia - magari a bordo di un Black Taxi ascoltando le storie affascinanti che solo una guida del posto sa raccontare - come i murales di protesta del Gaeltacht Quarter nella zona Ovest della città, la Crumlin Road Gaol o quello che rimane del Crumlin Road Courthouse (il Tribunale senza giuria del periodo dei Troubles).
Si può scoprire la storia del Paese nell'Ulster Museum ad ingresso gratuito, visitare con un tour gratuito le sale interne della City Hall – il grande edificio bianco in stile edoardiano che ospita il Municipio – o sentirsi come Di Caprio e Kate Winslet visitando il Titanic Belfast, il museo interattivo che ripercorre la tragica storia del transatlantico più famoso del mondo e il cui biglietto d'ingresso costa £ 15 o £ 7,50 se ci si va un'ora prima della chiusura.


Belfast City Hall, ©Vologratis.org
Belfast City Hall, ©Vologratis.org

Per pranzo è possibile degustare prodotti tipici irlandesi al St. George's Market, l'antico mercato coperto che nel 2014 si è fregiato del titolo di “UK's Best Large Indoor Market”. Pesce, frutta, verdura, formaggi, ma anche cibi cotti al momento come l'irish stew, il fish and chips o gli hamburger di carne locale. Tutto fresco, squisito e low cost.
Nel pomeriggio si può fare un po' di shopping lungo la Donegall Place, sorseggiare un Irish Coffee o un the delle cinque al McHughs Bar di fronte all'Albert Memorial Clock Tower, in quello che dicono sia uno degli edifici più antichi della città, o sbirciare all'interno dell'antica Linen Hall Library.

Chi ama la musica può cimentarsi in un self-guided walking trail sui luoghi che hanno ispirato Van Morrison, passare di fronte all'Ulster Hall in cui i Led Zeppelin eseguirono per la prima volta dal vivo "Stairway to Heaven", o ascoltare i bravissimi gruppi che si esibiscono ogni giorno nei pub della città.

The Crown, ©Vologratis.org
The Crown, ©Vologratis.org

Per cena c'è poi l'imbarazzo della scelta. Si può andare in uno dei pub tipici come l'antico The Crown Liquor Saloon, o in uno dei ristoranti come Hadskis che propongono piatti della cucina locale rivisti in chiave moderna. I pub sono la scelta ottimale per chi vuole mangiare bene spendendo poco (meno di £ 15 a persona).  Bisogna solo fare attenzione a non andarci dopo le ore 20, in Irlanda le cucine chiudono piuttosto presto.

Per il dopocena è d'obbligo un salto al Cathedral Quarter, un quartiere centrale dal fascino antico dove si concentrano i locali più alla moda di Belfast, come il Duke of York che si trova in un vicolo acciottolato tra i più belli della città. Un'ambiente caldo, un infinita varietà di birre e di whiskey irlandesi, e una bella atmosfera conviviale sono gli ingredienti perfetti per trascorrere una bella serata spendendo solo una manciata di pound.


Duke of York, Cathedral Quarter, ©Vologratis.org
Duke of York, Cathedral Quarter, ©Vologratis.org
Carrick-a-rede rope bridge
Carrick-a-rede rope bridge

Belfast è anche un'ottima base di partenza per  visitare le meraviglie naturalistiche dell'Irlanda del Nord.

Percorrendo la scenografica Causeway Coastal Route, la strada che collega Belfast a Derry-Londonderry, si raggiunge in poco più di un'ora il Carrick-a-Rede Rope Bridge, il ponte di corda sospeso costruito dai pescatori di salmoni che collega Carrick Island alla terra ferma. Un luogo meraviglioso immerso tra verdi prati e bianche scogliere a picco sul mare. Nessuna paura, il ponte è sicuro e ben ancorato.

Proseguendo verso nord, e a mezz'ora dal Carrick-a-Rede, si arriva poi in uno dei posti più affascinanti del mondo. Il Giant's Causeway. Un paesaggio suggestivo quanto surreale caratterizzato da colonne basaltiche formatesi milioni di anni fa a seguito di un'eruzione vulcanica.

Ma la Causeway Coastal Route non è solo natura.  Percorrendola si incontrano villaggi caratteristici, castelli diroccati come il Dunluce Castle, e famose distillerie di whiskey come la Bushmills.

L'Irlanda del Nord è un mix di storia, di arte, di cultura e di natura. Il posto ideale per trascorrere una vacanza indimenticabile.

Qui trovate i miei diari di viaggio:

Diario di viaggio a Belfast (prima parte)

Diario di viaggio: Causeway Coastal Route e Belfast (seconda parte)

E qui i foto-racconto su Steller:

Foto-racconto Belfast

Foto-racconto Irlanda del Nord


Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?
Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti