Ops... Qualcosa è andato storto!

La mia Irlanda

Sei in cerca di ispirazione? Stai organizzando un viaggio? O desideri semplicemente vedere qualcosa di bello? Ti mostreremo un'Irlanda su misura per te.

FFFFFF-0 FFFFFF-0

    Scopri cosa l'Irlanda ha in serbo per te

    cushendun-county-antrim cushendun-county-antrim

    Salute dei viaggiatori e aggiornamenti sul COVID-19

    Ecco tutto ciò che devi sapere su assicurazioni mediche, ospedali e farmacie.

    BUONO A SAPERSI

    1
    I farmaci devono essere trasportati nelle confezioni originarie etichettate con una prescrizione o una lettera del medico.
    2
    Come per ogni vacanza, si consiglia di stipulare un'assicurazione di viaggio prima della partenza
    3
    Per visitare l'Irlanda non occorrono vaccinazioni.
    4
    La maggior parte delle farmacie è aperta delle 09:00 alle 18:00 ma alcune restano aperte fino a tardi e nei fine settimana.
    5
    I membri dell'UE devono portare con sé la propria tessera sanitaria europea (EHIC) che copre la maggior parte dell'assistenza medica.

    Aggiornamenti sul COVID-19 (Coronavirus)

    Sono in corso sforzi senza precedenti per salvaguardare la salute pubblica e limitare la diffusione del COVID-19 sull'isola d'Irlanda. L'attuale consiglio del governo della Repubblica d'Irlanda è di evitare viaggi internazionali non essenziali. Dal 19 luglio 2021, a seconda della situazione sanitaria pubblica prevalente in quel momento, l'Irlanda adotterà il certificato COVID digitale dell'UE per i viaggi da Paesi provenienti dall'UE/SEE. Si prega di leggere di seguito per indicazioni sui viaggi in Irlanda del Nord. Tourism Ireland continua a monitorare da vicino la situazione.

    Repubblica d'Irlanda

    Tutti i passeggeri in arrivo nella Repubblica d'Irlanda devono compilare il modulo di localizzazione passeggeri (COVID-19 Passenger Locator Form - PLF). Tutti i passeggeri devono anche avere con sé un risultato negativo/non rilevato di un test PCR COVID-19 (solo questo tipo di test è accettato) effettuato non più di 72 ore prima dell'arrivo nella Repubblica d'Irlanda. A tutti i passeggeri viene richiesto di presentare la prova del risultato negativo prima di imbarcarsi sull’aereo o traghetto; agli stessi sarà richiesto di mostrare questa documentazione ai funzionari dell'immigrazione all'arrivo presso i punti di ingresso nello Stato. I bambini di età pari o inferiore a sei anni sono esentati da questo requisito.

    Tutti i passeggeri che arrivano in Irlanda (tranne che quelli provenienti dai paesi appartenenti alla Categoria 2/«Stati designati») sono attualmente tenuti per legge alla quarantena domiciliare per 14 giorni. Questa quarantena deve essere effettuata all'indirizzo specificato nel modulo di localizzazione dei passeggeri. Solo un numero limitato di categorie sono esentate da questo requisito legale. È possibile sostenere un tampone il quinto giorno di quarantena e, se si riceve una prova scritta di un risultato negativo, il periodo di quarantena può terminare

    Sono in vigore requisiti diversi per i paesi di Categoria 2 ("Stati designati"). Si prega di consultare qui per l'elenco attuale degli Stati designati Categoria 2. Qualsiasi passeggero che sia stato in uno Stato designato nei 14 giorni precedenti, anche se solo in transito attraverso uno di questi paesi e anche se solo rimasto in aeroporto, al suo arrivo in Irlanda è legalmente obbligato a mettersi in quarantena in una struttura designata (Mandatory Hotel Quarantine). Per ulteriori informazioni, consulatre il sito del Governo irlandese gov.ie.

    I passeggeri che sono completamente vaccinati e hanno i documenti per dimostrarlo, non devono completare la quarantena obbligatoria in hotel. Anche le persone a carico del passeggero, compresi i bambini, saranno esentate dall'obbligo di completare la quarantena obbligatoria in hotel. Tuttavia, anche se i passeggeri sono completamente vaccinati, devono comunque presentare il risultato negativo di un test RT-PCR nelle 72 ore prima della partenza e completare un periodo di auto-isolamento a casa o nel luogo specificato nel loro PLF. Ulteriori informazioni possono essere trovate qui.

    Per i passeggeri in arrivo in Irlanda dall'UE/SEE: dal 19 luglio 2021, in base alla situazione sanitaria pubblica prevalente, l'Irlanda adotterà il certificato digitale COVID (DCC) dell'Unione Europea per i viaggi viaggi con origine all'interno dell'UE/SEE. Il DCC mostrerà se un passeggero:  

    • è vaccinato contro il COVID-19;
    • è guarito dal COVID-19; o
    • ha un risultato negativo del test

    I passeggeri che arrivano in Irlanda con un DCC non dovranno essere sottoposti a quarantena.

    Tuttavia, ai passeggeri con un DCC basato su un test non PCR, ad esempio, tampone antigenico (rapido), o quelli che arrivano senza un DCC, sarà richiesta la prova di un test RT-PCR negativo da eseguire non più di 72 ore prima dell'arrivo. Anche i bambini di età compresa tra 7 e 18 anni che non sono stati vaccinati devono presentare un test PCR negativo.

    A tutti i passeggeri verrà consigliato di osservare le restrizioni sulla salute pubblica e di presentarsi per i test post-arrivo se sviluppano sintomi di COVID-19.

    Per i passeggeri in arrivo in Irlanda da paesi al di fuori dell'UE/SEE: dal 19 luglio, anche l'Irlanda si allineerà all'approccio dell'UE in merito ai viaggi non essenziali verso l'UE da paesi terzi. L'approccio per viaggiare al di fuori dell'UE/SEE si applicherà anche ai viaggi dalla Gran Bretagna e dagli Stati Uniti.

    Per proteggere i cittadini dall'importazione di varianti, sarà coordinato un meccanismo di "freno di emergenza" a livello dell'UE, per reagire rapidamente all'emergere di una variante di interesse o che desta preoccupazione . Il consiglio del governo sarà quello di evitare viaggi da/per un paese in cui è stato applicato il "freno di emergenza”.

    Irlanda del Nord

    I passeggeri in arrivo in Irlanda del Nord da paesi appartenenti alla Common Travel Area (che include Regno Unito, Repubblica d'Irlanda, Isola di Man e Isole del Canale) non devono autoisolarsi all'arrivo. Tuttavia, se pernottano in Irlanda del Nord, i passeggeri devono sottoporsi a un test a flusso laterale (LFT), ovvero test rapido, prima di iniziare il viaggio. I passeggeri possono viaggiare solo se il test è negativo. Devono anche effettuare un test LFD al secondo e all’ottavo giorno dall’arrivo. Non devono assolutamente viaggiare in Irlanda del Nord se presentano sintomi da COVID-19 o hanno ricevuto un risultato del test COVID-19 positivo.

    Prima di viaggiare in Irlanda del Nord da paesi al di fuori della Common Travel Area e da un paese appartenente alla "Lista verde", i passeggeri devono fornire la prova di un risultato negativo del test COVID-19 eseguito fino a tre giorni prima della partenza, prenotare e pagare un test COVID-19 PCS (tampone molecolare) da effettuarsi il secondo giorno dall’arrivo e compilare un giorno due COVID-19 Test PCR e compilare un modulo di localizzazione passeggeri nel Regno Unito 48 ore prima della partenza. Si prega di vedere qui per gli attuali paesi della "Lista verde".

    I passeggeri che viaggiano in Irlanda del Nord da un paese della “Lista Ambra", direttamente o passando da un altro paese, devono fornire la prova di un risultato negativo del test COVID-19 eseguito fino a tre giorni prima della partenza, prenotare il test post-arrivo, completare il modulo di localizzazione passeggeri del Regno Unito (UK Passenger Locator ) 48 ore prima della partenza e autoisolarsi per 10 giorni all’arrivo. Clicca qui per maggiori informazioni

    I passeggeri che viaggiano in Irlanda del Nord da un paese appartenente alla "Lista rossa" o che hanno transitato in un paese della "Lista rossa" nei 10 giorni precedenti, devono fornire la prova di un test COVID-19 negativo prima della partenza, completare un modulo di localizzazione passeggeri del Regno Unito (UK Passenger Locator Form ) 48 ore prima della partenza e prenotare ed entrare in isolamento gestito (quarantena alberghiera) per 10 giorni. L’elenco dei paesi attualmente appartententi alla "Lista rossa" è disponibile qui .

    Se le persone arrivano in Irlanda del Nord dopo aver viaggiato attraverso la Repubblica d'Irlanda, devono compilare il modulo di localizzazione passeggeri del Regno Unito (UK Passenger Locator Form ). Ciò è in aggiunta alle informazioni di viaggio che potrebbero essere tenuti a fornire alle autorità di viaggio nella Repubblica d'Irlanda. Clicca qui per maggiori informazioni.

    Se sei preoccupato di come la situazione COVID-19 influenzerà i tuoi programmi di viaggio, ti consigliamo di verificare con la tua compagnia aerea, tour operator, compagnia di crociera o fornitore di servizi di trasporto e alloggio.

     

    Domande sui viaggi durante la pandemia da COVID-19

    Qual è la situazione in termini di assistenza sanitaria?

    Nonostante l'assistenza sanitaria in tutta l'isola sia di alto livello, ci si può aspettare che tutti i servizi siano sottoposti a una pressione significativa fino a nuovo avviso.

    Quando si potrà nuovamente viaggiare, quali misure di sicurezza saranno attive?

    COVID-19 Safety Charter della Repubblica d'Irlanda

    La COVID-19 Safety Charter è un'iniziativa volontaria per le attività nella Repubblica d’Irlanda ideata per rassicurare i visitatori sull'implementazione di procedure igieniche e di sicurezza approvate dal governo. Oltre alle linee guida operative specifiche per il settore turistico in Irlanda su come attenersi alle raccomandazioni sanitarie del governo, le aziende che aderiscono alla Safety Charter, e che ne espongono il marchio, si impegnano a osservare e applicare rigidi protocolli di sicurezza.

    I turisti possono essere certi che tutte le aziende che espongono il marchio della COVID-19 Safety Charter, e il rispettivo personale, si impegnano a rispettare questi rigorosi protocolli in materia di igiene e sicurezza e:

    • Hanno una chiara conoscenza e comprensione dell'infezione da COVID-19
    • Sono consapevoli del loro ruolo e della loro responsabilità nel prevenire la diffusione della COVID-19
    • Comprendono chiaramente le precauzioni standard necessarie per controllare l'infezione
    • Dimostrano costantemente le tecniche e le pratiche per un corretto lavaggio delle mani
    • Applicano tutte queste conoscenze in tutte le operazioni e attività aziendali.

    Irlanda del Nord – We’re Good to Go

    L'industria del turismo e dell'ospitalità dell'Irlanda del Nord ha adottato la politica "Good to Go" che presenta prove certificate del fatto che un'azienda ha aderito alle linee guida del governo e pertanto può riaprire in sicurezza. Il programma è rivolto ai fornitori di alloggi, attrazioni turistiche, ristoranti e pub, location per conferenze ed eventi, operatori turistici e compagnie di autobus.

    We’re Good Good Go è il marchio ufficiale per segnalare che un'attività del settore turistico e dell'ospitalità ha lavorato duramente per applicare le linee guida COVID-19 del governo e dell'industria e ha stabilito un processo per mantenere l'igiene e la pulizia e per aiutare il rispetto del distanziamento sociale.

    Il sistema "We're Good Good Go Go" è un modo per rassicurare i visitatori e gli ospiti che le aziende turistiche:

    • Aderiscono alle linee guide fissate dal governo e della sanità pubblica, compresi i protocolli di distanziamento sociale e pulizia che devono essere in atto
    • Hanno effettuato una valutazione del rischio Covid-19 per la loro attività
    • Hanno implementato processi atti a rispettare le norme di salute e sicurezza necessarie per condurre l’attività in sicurezza.
    Si svolgono festival ed eventi?

    I festival e gli eventi all'aperto sono stati cancellati o rinviati nella maggior parte dei casi. Per informazioni aggiornate, consulta i siti web dei festival. Allo stato attuale, i gruppi fino a 30 persone possono incontrarsi all'aperto in Irlanda del Nord. Nella Repubblica d'Irlanda, le riunioni all'aperto sono limitate a 200 persone. Queste restrizioni sono soggette a modifiche.

    Dove posso trovare ulteriori informazioni?

    Repubblica d'Irlanda

    Informazioni aggiornate e supporto in merito alla COVID-19 nella Repubblica d'Irlanda sono disponibili al sito dell'Health Service Executive (il Ministero della Salute).

    Irlanda del Nord

    Puoi ottenere le informazioni e le indicazioni più aggiornate sulla COVID-19 nell'Irlanda del Nord al sito ufficiale del Public Health Agency Northern Ireland (Agenzia di Sanità Pubblica).

    Contattaci

    Se non riesci a trovare le informazioni di cui hai bisogno, scrivici.

    Viaggiare verso l'Irlanda

    Se sei preoccupato di come la situazione COVID-19 potrebbe influire sui tuoi programmi di viaggio, ti consigliamo di verificare con la tua compagnia aerea, tour operator, compagnia di crociera o fornitore di servizi di trasporto e alloggio.

    Downhill Strand, contea di Londonderry

    Assistenza sanitaria in Irlanda

    L'Irlanda offre una straordinaria assistenza sanitaria ma ci sono cose da tenere a mente prima di partire. Se porti con te dei farmaci in Irlanda, trasportali nella confezione originale, chiaramente etichettata, insieme alla prescrizione o una lettera del tuo medico.

    In generale si sottopongono a controllo le forniture di farmaci per un periodo superiore a tre mesi e alcuni "medicinali controllati", così come siringhe e aghi, devono essere dichiarati e giustificati in una lettera del proprio medico.

    Assicurazione di viaggio e medica

    Stipula sempre prima del viaggio un'assicurazione che copra potenziali spese mediche all'estero, tra cui rimpatrio/evacuazione, rimpatrio della salma e costi legali. Verifica la presenza di eventuali esclusioni che potrebbero riguardare la tua polizza e controlla che copra tutte le attività che prevedi di svolgere in Irlanda; inoltre, accertati che la tua assicurazione di viaggio copra le spese mediche. Se sei membro di uno dei 28 Paesi dell'UE o dell'Islanda, del Liechtenstein, della Norvegia e della Svizzera, porta con te la tessera sanitaria europea (EHIC) che copre la maggior parte delle spese mediche.

    Farmacie

    In Irlanda esistono moltissime farmacie, che sono un ottimo punto di riferimento per i turisti che hanno bisogno di un parere medico o di un riferimento a livello locale. La maggior parte delle cittadine ha una o due farmacie, mentre nei centri urbani sono molte di più. Le farmacie sono generalmente aperte dalle 9:00 alle 18:00 dal lunedì al sabato; nei centri urbani invece, molte farmacie sono aperte fino a tardi e anche nel fine settimana.

    Portati un paio di occhiali o di lenti a contatto e la prescrizione dell'ottico qualora fosse necessaria.

    Vaccinazioni

    Come per la maggior parte dei Paesi dell'Europa occidentale, per visitare l'Irlanda non occorrono vaccinazioni.