Naufragata: l'Invincibile Armata

Il XVI secolo vide indubbiamente protagonista la Spagna. L'oro proveniente dal Sud America rese l'impero spagnolo il più ricco di tutti, con le terre della Spagna che andavano dalla penisola iberica al Messico. Come fece quindi la flotta più potente dell'impero a naufragare lungo la costa settentrionale dell'Irlanda?

Sailors of the Armada at the Tower Museum in Derry-Londonderry

Questa storia è anche la nostra e spiega in che modo siamo arrivati a oggi. Eventi come l'esposizione History of Derry in 100 Objects (La storia di Derry in 100 oggetti), nell'ambito dell'anno della Città della Cultura di Derry-Londonderry, sono una delle rare occasioni per ripercorrere e discutere del nostro passato.

Per molti di noi, è una storia marittima - che si tratti di tragedia o di trionfo - che colpisce l'immaginazione con grande forza.

Oltre 100 anni dopo, il destino del Titanic ci affascina ancora. La tempestosa storia che ispirò la composizione di Amazing Grace è il miglior racconto che si possa avere della redenzione di un marinaio ribelle e la Dunbrody Famine Ship, una delle navi degli emigranti della carestia, nel Wexford, ci ricorderà per sempre la parte più triste della storia irlandese.

Pensi che le storie di mare finiscano qui? E invece no. In un'alta torre di pietra nella città cinta da mura c'è dell'altro.

Impero in espansione

È la fine del XVI secolo in Europa. Il re di Spagna, il Principe Filippo, regna su un impero che comprende la penisola iberica, gran parte dell'Italia, il Messico e persino le Filippine. Ma non è sufficiente. Prossima fermata: Inghilterra.

Con il cattolicesimo minacciato in Inghilterra a causa della confisca delle terre ecclesiastiche da parte del Re Enrico VIII, Filippo decide di inviare un'armata (20.000 soldati e oltre 8.000 marinai) al di là del mare per ripristinare l'ordine religioso.

Il mezzo di trasporto? La Grande y Felicísima Armada, forte delle sue 100 navi. O, come tutti la conosciamo, l'Invincibile Armata.

Aria di tempesta

Tormentata dal clima inclemente e da un esercito inglese straordinariamente resistente guidato dall'ammiraglio Drake, l'Armata è ferita e sparpagliata. Una flotta di navi comandate dal Duca di Medina Sidonia riesce a sfuggire all'aggressore britannico e corre verso la costa della Scozia dirigendosi inconsapevolmente verso la costa occidentale dell'Irlanda.

Come scrive Darren Anderson per Culture NI: "A questo punto, l'Invincibile Armata entrò nella storia irlandese nel modo più disastroso che si possa immaginare".

Naufragio sulla costa occidentale

Fu la fitta nebbia a spingere Sidonia e l'Invincibile Armata verso la costa occidentale irlandese. Dalle contee di Kerry, Clare, Sligo, Mayo e Donegal, le navi vennero fatte naufragare. Fu su Kinnagoe Bay, nella paradisiaca Penisola di Inishowen, nel Donegal, che la Trinidad Valencera conobbe la sua fine.

Pensi che a un amico possa interessare questo articolo? Fai clic su per salvare e condividere

La storia viene ricostruita a Derry-Londonderry, tra le mura di pietra del Tower Museum. A riempire la sala, i cannoni utilizzati, le scarpe indossate e le monete guadagnate dai marinai. Dalle profondità della costa atlantica del Donegal e del Derry, questi manufatti ci consentono di aprire una finestra su uno momenti marittimi più sanguinosi e tristemente noti del XVI secolo.

Come fa notare Darren Anderson, il destino dell'Invincibile Armata, da Blasket Island nel Kerry al Dunluce Castle nell'Antrim (il cannone e i lingotti della Girona si trovano presso l'Ulster Museum di Belfast), cambiò il corso della storia irlandese:

"Dal punto di vista politico l'effetto fu fortissimo. L'Inghilterra rimase protestante e l'Irlanda restò a tavolino sotto il controllo britannico. La Scozia sarebbe caduta a breve. Era nato il mito dell'invincibilità dell'Impero britannico, che sarebbe poi cresciuto con il tempo".

Un'armata, un enorme pezzo di storia, un museo e una città.

Ben fatto, Derry-Londonderry.

La mostra La storia di Derry in 100 oggetti, un evento della Città della Cultura, si svolgerà presso il Tower Museum dal 1° settembre al 31 dicembre 2013.

Salva questa pagina in un album:

Aggiungi

Salva questa pagina nel tuo album:

Aggiungi Aggiungi

Hai creato album. Fai clic sotto per vedere tutte le pagine che hai salvato.

Vedi album

Crea un nuovo album:


Annulla Crea

Questa pagina è stata salvata nel tuo album

Visualizza

Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?
Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti