P.S. I Love You, Kylemore

Il tragico idillio di P.S. I Love You continua ancora. Una pagina di Facebook con 130.000 Mi piace è strapiena di messaggi romantici. Chi pensa che l'Irlanda sia romantica non ha ancora visto nulla

Memorial church for Margaret Vaughan, Kylemore Abbey, County Galway
Memorial church for Margaret Vaughan, Kylemore Abbey, County Galway

Prima che il cantautore americano Steve Earle ne incontrasse una passeggiando per strada e molto prima che Gerard Butler conquistasse il cuore di Hilary Swank con la canzone nel film P.S. I Love You, è esistita un'altra "Galway Girl". La tragica storia di Margaret Vaughan, in realtà originaria della contea di Down, sarà per sempre legata a Galway poiché fu in suo onore che nacque la chiesa gotica di Kylemore Abbey.

Ma stiamo andando troppo veloce. Prima della tragedia ci fu l'idillio.

Kylemore's waterfront, County Galway
Kylemore's waterfront, County Galway

È il 1852. Mitchell Henry, finanziere di successo, è in luna di miele nel Connemara con la sua sposa, Margaret Vaughan. La coppia sta cenando all'aperto nella valle di Kylemore. Margaret dice che il posto è bellissimo e che sarebbe meraviglioso viverci. Tredici anni dopo nasce un castello affacciato sulle acque cristalline di un lago del Connemara.

La parola "lusso" non è sufficiente a descriverlo. Nel suo libro Irish Country Houses, Terence Reeves-Smyth parla del castello come di un edificio "di dimensioni paragonabili a quelle della residenza di Quarto potere, con numerosi e splendidi saloni tra cui una sala da ballo con pavimento elastico, una sontuosa scalinata, una biblioteca, uno studio e 33 camere da letto". Per quasi dieci anni, Mitchell, Margaret e i loro nove figli vivono in questa dimora, in quello che sembra, a detta di tutti, uno stato di beatitudine.

Pensi che a un amico possa interessare questo articolo? Fai clic su per salvare e condividere

Ma nel 1875, durante una visita in Egitto, Margaret si ammala e muore. Mitchell, straziato dal dolore, non sopporta più di trascorrere il suo tempo nella valle di Kylemore ed evita il più possibile di farlo. Il suo dolore non gli impedisce comunque di costruire per sua moglie uno dei luoghi più eleganti che il denaro possa comprare in cui riposare per sempre.

Un tributo
Brid O'Connell conosce benissimo la valle di Kylemore. Per lei, la chiesa è molto più di un semplice luogo di riposo, è un tributo. In questa chiesa i tipici doccioni delle chiese gotiche sono stati sostituiti da angeli sorridenti", spiega. "Per me, questo è il primo segno che in questa chiesa vi è qualcosa di diverso e di speciale. Venne costruita in memoria di una donna e, con le sue piccole dimensioni, la delicatezza dei particolari e le incisioni raffiguranti fiori e uccelli, rimanda chiaramente a qualità femminili".

Una storia d'amore segreta
Pochi visitatori conoscono la storia della Kylemore Abbey e il motivo per cui venne costruita. Brid ha svelato la notizia a migliaia di visitatori.

"Quando racconto loro la storia sono al tempo stesso stupiti e rattristati". "Margaret aveva soltanto 45 anni quando morì lasciando suo marito e i suoi nove figli distrutti dal dolore".

È una storia drammatica. Mitchell vide Kylemore Abbey trasformarsi all'improvviso da tributo d’amore a doloroso ricordo della donna che aveva perso. La sua storia d'amore con Kylemore non è fatta di lettere dall'oltretomba e di flashback dal montaggio perfetto. Non ha nulla che vedere con Hollywood, ma è realtà.

Tuttavia, come ogni bravo scrittore sa, tutte le storie giungono ad una fine. La storia di Mitchell e Margaret terminò quando lui morì nel 1910, raggiungendo sua moglie nella chiesa gotica di Kylemore, dove ancora riposano in pace insieme, per l'eternità.

Idee per le vacanze, notizie, offerte… iscriviti per ricevere la nostra e-zine e ti terremo informato sull'Irlanda.

Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti