Una breve storia sul whiskey irlandese

Il comico Ed McMahon una volta disse: “Dio ha inventato il whisky per impedire che gli irlandesi dominassero il mondo". Da queste parti lo prendiamo come un complimento

Kilbeggan Whiskey, way back when
Kilbeggan Whiskey, way back when

È semplice risalire all'origine di alcune bevande. Il tè proviene dalle foglie, raccolte ed essiccate su vaste piantagioni. Il vino richiama alla mente terreni secchi e friabili e grossi grappoli d'uva da raccogliere dalle viti. Da bambini, ci raccontano che il latte arriva sulla tavola della prima colazione da greggi generose che pascolano su distese erbose.

Il whisky è però decisamente più misterioso.

L'acqua della vita

Nei meandri della nostra mente abbiamo una vaga idea su come l'uisce beatha (l'acqua della vita) inizi il suo viaggio verso il nostro bicchiere. C'è qualcosa di indistinto nell'avena, un'immagine persistente di grandi tinozze color rame e quella scena intima in una buia cantina in cui botti di legno si impolverano reggendosi a malapena in equilibrio l'una sull'altra.

Al di là di queste immagini, siamo all'oscuro.

I ricercatori di una distilleria di Westmeath sono la luce.

È facile immaginare che per una distilleria che vanta di essere la più antica del Paese nel suo genere la storia sia una parola importante, e a Kilbeggan è proprio così.

Un sorso di passato

Alcune delle "grandi tinozze color rame" (alambicchi) lavorano qui da 180 anni. La ruota del mulino, riportata al suo splendore originale, è una lenta ruota rossa di santa Caterina che gira e agita le schiumose acque del fiume Brosna. Nel 2017 la bevanda ha festeggiato 260 anni di produzione.

È raro che si arrivi a gustare qualcosa che è stato perfezionato nel corso di due secoli e mezzo.

Un consiglio per il primo sorso: assaporalo lentamente.

Pensi che a un amico possa interessare questo articolo? Fai clic su per salvare e condividere

Test di assaggio

Rachel Quinn della Kilbeggan Distillery utilizza un'utile metafora per descrivere la bevanda che ha reso la città un luogo di pellegrinaggio.

"Come la maggior parte delle persone irlandesi, Kilbeggan è piacevole e alla mano, ma ha un suo stile caratteristico".

Ecco un indizio sul fascino del whisky: ha carattere.

Un sorso di un whiskey prodotto in piccoli lotti: l'orzo è passato tra le mani dei produttori, che hanno affondato il naso nelle tinozze. Oggi il Kilbeggan è giunto fino a noi attraverso anni di dedizione.

"Il profumo è pulito e fresco con note di agrumi, miele e limone, piuttosto caratteristico" spiega Rachel. "Il gusto è quello semplice della tradizione irlandese, accarezza la gola e delizia l'olfatto con i suoi aromi. E dopo lascia in bocca un lungo sapore che appaga tutti i sensi".

Il grande dibattito

Calcio, clima, hockey irlandese, politica, TV e poi di nuovo il tempo: c'è molto da discutere al pub. Un argomento di conversazione in particolare va avanti da secoli: aggiungere acqua al whisky è un sacrilegio o una cosa sensata?

Mentre abbiamo l'attenzione di Rachel, osiamo chiederglielo:

"Sì, se ne dibatte molto. Per quanto ne sappiamo, è una questione del tutto personale! A Noel Sweeney, il nostro Mastro Distillatore, piace bere il suo Kilbeggan con un po' di acqua perché, come dice lui, "l'acqua aiuta a sprigionare gli aromi del whiskey".

Ci vorranno altri 250 anni per mettere fine a questo dibattito.

In ogni caso, la ruota di Kilbeggan girerà ancora.

A caccia di whisky

Dove altro in Irlanda puoi seguire il tuo fiuto e trovare del whisky? Ecco dove:

Bushmills Whiskey Distillery, contea di Antrim

Un rifugio per i soldati alleati durante la Seconda Guerra Mondiale che offre una sistemazione decisamente tradizionale: un bicchiere di whisky e un caminetto acceso in questo luogo sono il modo perfetto per concludere una giornata sulla Causeway Coast. Ah sì, la distilleria risale a oltre 400 anni fa.

The Jameson Whiskey Experience Midleton, contea di Cork e città di Dublino

Jameson è sinonimo di grande whisky irlandese e lo stesso vale per i tour della distilleria. Nella loro casa di Dublino (chiusa fino a marzo 2017 per ristrutturazione), i tour terminano con una selezione di cocktail a base di whisky, mentre nel Cork troverai tutto: cantanti, ballerini e divertimento fino a notte fonda (la Malt House prepara un delizioso Irish Coffee). 

Alla salute.

Salva questa pagina in un album:

Aggiungi

Salva questa pagina nel tuo album:

Aggiungi Aggiungi

Hai creato album. Fai clic sotto per vedere tutte le pagine che hai salvato.

Vedi album

Crea un nuovo album:


Annulla Crea

Questa pagina è stata salvata nel tuo album

Visualizza

Offerte

Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail? Nota: Inserisci il tuo indirizzo email manualmente, senza copiare/incollare
Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti