Rathlin Island e Roberto I di Scozia

Robert the Bruce's one-time refuge: Rathlin Island
Robert the Bruce's one-time refuge: Rathlin Island

Hai mai sentito la storia di un ragnetto, un re in esilio e la remota isola nella contea di Antrim che è la perfetta rappresentazione del detto “Se non hai successo la prima volta, prova e riprova ancora"? No? Ok, ascolta

Un re in esilio

Cominciamo dall'inizio: dobbiamo presentarti un re scozzese del XIII secolo di nome Roberto I. Probabilmente avrai visto una versione del personaggio nel film Braveheart di Mel Gibson, del 1995. La rappresentazione hollywoodiana non è un ritratto molto fedele dell'uomo ma la sua eredità viene ricordata non soltanto dagli scozzesi ma anche dalla popolazione scozzese dell'Ulster nell'Irlanda del Nord.

Il nostro racconto si svolge su Rathlin Island (il punto più settentrionale dell'Irlanda del Nord), al largo della costa della contea di Antrim. Questa remota isola è punteggiata di intriganti relitti ed è anche un paradiso per gli uccelli marini. Le compagnie di traghetti offrono un servizio regolare verso l'isola da Ballycastle e se avrai bisogno di un letto e di una pinta avrai l'imbarazzo della scelta quanto a sistemazione e troverai un paio di pub.

Tornando alla storia...

Nel suo insieme, la storia è complessa e drammatica e include ostilità, un esercito scozzese ai ferri corti con i vicini Inglesi e il re Roberto in esilio che lotta per la libertà della sua nazione.

Raccontare in breve l'intera storia sarebbe impossibile. No, quello che vogliamo fare è raccontarti la storia di un luogo di nome Rathlin Island, del re Roberto in esilio e di un ragno molto, molto determinato.

Resisti o fuggi

Era il 1306 d.C. Dopo aver subito una sconfitta e in esilio, re Roberto di Scozia stava riflettendo sulla sua mossa successiva in una grotta sulla pittoresca Rathlin Island. Aveva ricevuto notizie ancora più sconvolgenti dalle sue fonti in Scozia. Sua moglie era tenuta prigioniera, suo fratello era stato giustiziato e il villaggio scozzese di Kildrummy era caduto nelle mani dei suoi nemici.

Il momento era drammatico. Pensava alle opportunità a sua disposizione. Poteva recarsi con i fratelli in Terra Santa o tentare coraggiosamente di restituire la libertà alla sua amata patria, sapendo nel suo cuore che la prima soluzione sarebbe stata da criminale e da codardo. Ma se la sentiva di continuare?

Guardando in alto verso il tetto della grotta, vide un piccolo ragno appeso al suo filo che cercava di raggiungere una roccia vicina in modo da poter tessere la sua tela. Per sei volte il ragno provò e per sei volte non riuscì a raggiungere la trave. Ma non si diede per vinto.

Roberto I aveva tentato di liberare la Scozia dagli Inglesi e dai loro alleati per sei volte, e sei volte aveva fallito. La determinazione del ragno non passò inosservata.

La settimana volta incantata

Se il ragno fosse riuscito a raggiungere la roccia al settimo tentativo, decise Roberto, avrebbe continuato i suoi tentativi in Scozia. Se avesse fallito, sarebbe andato diritto in Terra Santa.

Mentre prendeva questa decisione il ragno - forse rendendosi conto del momento, forse completamente ignaro - dondolò con tutta la sua forza e raggiunse l'altra parte per fissare la tela. L'affare era fatto: all'evento seguì il ritorno in Scozia.

Credenze leggendarie

La ferrea determinazione del ragno non soltanto influenzò in modo importante la storia scozzese e, di conseguenza, anche quella degli scozzesi dell'Ulster, ma protesse anche i ragni da tutti coloro che sentirono il racconto nei secoli che seguirono. Per nessun motivo le persone avrebbero ucciso un ragno poiché aveva ispirato un re e mostrato il potere della perseveranza.

Quindi, se non hai successo al primo tentativo, prova e riprova ancora... o almeno la prossima volta che vedi un ragno ricordati di Roberto, ricordati di Rathlin e ricordati quante vite cambiò oltre 700 anni fa.