Le isole d'Irlanda

Aran Islands, County Galway

Viaggia fino al lembo più nordoccidentale d'Europa e non ti fermare! Le nostre isole valgono bene una visita...

Disseminati lungo la costa sferzata dal vento d'Irlanda si trovano alcuni dei suoi segreti meglio conservati: le isole. Abitate o abbandonate, a un tiro di schioppo o raggiungibili con un'escursione pomeridiana, questi remoti affioramenti sono caratterizzati da uno stile di vita diverso da qualsiasi altro luogo al mondo.

Inishmore Peninsula

Le Isole di Aran, Contea di Galway

Le Isole di Aran, nella Contea di Galway, sono probabilmente le più famose d'Irlanda: sinonimo di cultura, lingua, musica e tradizione irlandesi. Questi tre impervi avamposti, Inis Mór, Inis Meáin e Inis Oírr, sono l'ultimo lembo d'Irlanda prima dell'immenso Oceano Atlantico.

Quest'isola da cartolina, con i suoi deliziosi muretti a secco, è il luogo dove sono nati i famosi pullover Aran; qua gli abitanti parlano gaelico e mantengono vivo uno stile di vita che ormai non esiste più. Raggiungi Inis Mór, l'isola più grande, dove sorge Dún Aonghasa, il forte preistorico arroccato su una spettacolare scogliera a picco sul mare, il panorama, l'altezza e l'aria fresca sono un balsamo per l'anima.

Skellig Islands, County Kerry

Le Isole Skellig, Contea di Kerry

Forse ci voleva una galassia lontana lontana per portare Skellig Michael sulla scena mondiale, ma anche senza il legame con altre galassie, Skellig Michael e Little Skellig sono le isole d'Irlanda che, più delle altre, non sembrano appartenere a questo mondo. Chiunque desideri approdare e fare una passeggiata tra le capanne ad alveare e le pulcinelle di mare è alla mercé dei capricci del tempo e dei pochi attracchi. Col brutto tempo, nessun traghetto autorizzato affronterà le acque insidiose dell'Atlantico per portarti alle Skellig.

E, se sarai tanto fortunato da arrivarci, ben presto ti renderai conto che stai camminando su un terreno sacro e capirai perché questo luogo è diventato Patrimonio dell'Umanità UNESCO. È impossibile non provare ammirazione per gli intrepidi monaci che nel VI secolo attraversarono diverse volte questo insidioso tratto di mare per fondarvi un remoto monastero. Ciò che ci hanno lasciato è semplicemente magico e unico al mondo.

Devinish Island

Devenish Island, Contea di Fermanagh

Una volta messo piede su Devenish, è difficile credere di non trovarsi a miglia di distanza al largo della costa d'Irlanda, ma semplicemente isolati nella parte inferiore del Lough Erne, uno dei sistemi lacustri più grandi d'Irlanda. Amata per il suo sito monastico del VI secolo, l'isola di Devenish ha visto le scorribande dei Vichinghi, è stata rasa al suolo ed è ora una capsula del tempo testimone della nascita del cristianesimo in Irlanda.

Se è vero che il tempo ha lasciato il segno, è facile immaginare che qui viveva una fiorente comunità; una torre rotonda che resiste allo scorrere del tempo fa da guardia alle rovine dell'Oratory of St Molaise, la prioria augustiniana di St Mary e alle numerose croci scolpite di epoca medievale. La parte migliore? La Contea di Fermanagh vanta non meno di 154 isole, perciò un'escursione a Devenish può aprire la strada a infinite esplorazioni.

Great Blasket Island

Le Blasket, Contea di Kerry

Prima di venire evacuate nel 1953, le sei Blasket ospitavano una comunità di lingua gaelica. Oggi, un'escursione offre uno spaccato autentico della vita dell'epoca. È possibile infatti visitare il villaggio abbandonato su Great Blasket dove potrai entrare negli umili cottage in pietra e comprendere la realtà della totale dipendenza dal mare come fonte di cibo e di sostentamento.

Queste condizioni così dure hanno dato vita a un'eredità letteraria unica, con autori nativi quali Peig Sayers e Tomás O’Crohan che hanno aggiunto dei classici unici al già fiorente panorama letterario irlandese. Tornato sulla terraferma, al Blasket Centre potrai approfondire la conoscenza della storia e del patrimonio culturale di questo angolo della Contea di Kerry.

Rathlin Island

Rathlin, Contea di Antrim

Anche se oggi Rathlin conta appena 150 abitanti, rimane pur sempre un luogo intriso di miti e leggende, inseparabile dal suo antico passato storico. La punta più settentrionale della Contea di Antrim (e parte della Causeway Coast, votata Best in Travel 2018 da Lonely Planet) è il luogo dove nel XIV secolo venne esiliato re Roberto di Scozia e dove, narra la leggenda, la determinazione di un ragno nel riparare la sua tela rotta convinse il re a tornare per reclamare il trono.

L'isola è circondata da 40 relitti, persi nei gelidi abissi di questo insidioso tratto di oceano. Tre dei più famosi, la HMS Drake, la SS Lugano e la HMS Brisk, vennero affondati durante la prima guerra mondiale e la SS Lugano è ancora oggi uno dei punti di immersione più spettacolare in questa parte di mondo.

Raccomandiamo

Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti
Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?