Città di Armagh: le migliori esperienze

Armagh

Tuffati in una città di storie, in cui meteoriti, gargoyle e festival raccontano l'incredibile eredità di Armagh

1. Segui le orme di San Patrizio

Avvicinandoti ad Armagh, noterai subito i suoi simboli più caratteristici. Su due colline opposte, due straordinarie cattedrali sorgono l'una di fronte all'altra su una valle, entrambe in onore di San Patrizio.

La St Patrick's Church of Ireland Cathedral sovrasta la città da centinaia d'anni. Costruita sulla collina nota come Ard Macha, da cui Armagh prende il suo nome, si dice che sia questo il luogo in cui San Patrizio costruì la sua prima chiesa nel 445 d.C. Sempre qui si dice sia sepolto Brian Boru, uno degli antichi Re Supremi d'Irlanda.

Dall'altra parte della città, le pallide mura calcaree della St Patrick's Roman Catholic Cathedral sorgono su una vicina collina. Percorri le sette rampe di scale e stupisciti di fronte alle statue e alle figure che circondano l'entrata principale di questo magnifico edificio.

2. Incontri ravvicinati con lo spazio

Scopri da vicino un oggetto interstellare: all'Armagh Planetarium troverai il più grande meteorite che abbia mai toccato terra in Irlanda. La roccia spaziale, del peso di circa 152 kg, risale probabilmente a 4 miliardi e mezzo di anni fa. Incredibilmente, è persino possibile toccarla. Poggia la mano sulla sua superficie levigata e affida letteralmente il tuo desiderio a una stella.

Il planetario presenta anche fantastici giochi di luci che danno vita al cielo notturno, oltre a laboratori per la costruzione di razzi dedicati ai bambini e mostre interattive sui viaggi nello spazio, i satelliti e le mongolfiere cosmiche...

3. Apprezza la ricca storia di Armagh

Con una storia che attraversa i secoli, non sorprende che Armagh abbia scelto tutta una serie di perle che ora mostra orgogliosamente in città. Inizia il tuo tour culturale all'Armagh County Museum. Qui, il colorato dipinto a olio di James Black - City of Armagh - realizzato nel 1810, dà un'idea dell'aspetto passato della città, con il suo labirinto di strade che si fondono nella campagna circostante. Vanta anche una straordinaria collezione di manufatti storici. In questa zona sono stati rinvenuti bracciali vichinghi, antichi strumenti di tessitura e "burro di palude" (burro conservato sotto terra per mantenerlo fresco).

Poi, dirigiti al Royal Irish Fusiliers Museum, che presenta una collezione che comprende due prestigiose medaglie Victoria Cross, assegnate dalla corona britannica per atti di coraggio. Infine, raggiungi l'Armagh Public Library: l'edificio in sé è una meraviglia da esplorare, con le sue pareti coperte di libri. Ma il gioiello della corona è la copia della prima edizione de I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift, con tanto di note manoscritte all'interno. Magnifico.

4. Ti senti osservato?

Tieni gli occhi ben aperti: in città, nascosti dietro gli angoli e aggrappati a tubazioni, tanti ospiti curiosi punteggiano Armagh. Angeli custodi, gargoyle e altre bestie macabre si nascondono in molti angoli della città in attesa di essere scoperti.

Create dall'artista Holger Christian Lönze, le varie statuette sono un'ode al passato sacro della città, ognuna con un suo carattere e un posto nel paesaggio urbano di Armagh. Prendi un opuscolo presso l'Ufficio del Turismo della città e scopri se riesci a individuare tutte le 22 misteriose figure che si celano in città.

5. Danza al ritmo della tua musica

La musica è parte integrante di Armagh, e ogni agosto la città canta con la Charles Wood Summer School, che ospita vari concerti all'ora di pranzo e serali. Cantanti e organisti ospitano sessioni di insegnamento e laboratori che si svolgono nelle chiese della città, e Armagh risuona di splendida musica corale da una collina all'altra. La città ospita anche il Tommy Makem International Festival of Song, dedicato alla musica folk e tradizionale di tutto il mondo.

A marzo, Armagh ospita l'Home of St Patrick Festival, durante il quale si svolgono dimostrazioni con percussioni e concerti spirituali conquistano la scena per ravvivare la città nel ricordo del santo patrono d'Irlanda. Nel corso dell'anno, bande di ottoni e flauti portano gioia e musica nelle strade di questa piccola e vivace città.

Scopri altro

Offerte

Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?
Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti