9 curiosità dall'Ireland's Ancient East

Re mitici, santi leggendari, e un burro di ben 1.000 anni fa

Loughcrew Cairns, County Meath

Non crederai alle tue orecchie ascoltando alcune delle storie che ti racconteranno nell'Ireland’s Ancient East...

The White House, foto © ESB Professional/Shutterstock.

1 L'uomo che costruì la Casa Bianca

Ti sei mai chiesto chi progettò la Casa Bianca? Era un immigrante irlandese originario della città di Callan, non distante dalla città medievale di Kilkenny. Si narra che James Hoban andò a Washington nel 1792 e presentò il suo progetto in un concorso nazionale. Quale fu il suo premio? L'incarico di costruire la Casa Bianca!

2 Forti da favola

L'Irlanda è una terra di fiabe, come ben sappiamo. Si narra che i cespugli di biancospino siano il luogo di incontro preferito dalle fate e che danneggiarne uno porti sfortuna. Noterai che ovunque questi cespugli vengono trattati con grande rispetto. Visita quello che si trova nel Lullymore Heritage Park a Kildare, dove le fate gli hanno costruito intorno un intero villaggio.

3 Una creatura unica

Nel fiume Nore abita una creatura unica che non troverai in nessun altro luogo al mondo. Si chiama margaritifera durrovensis – deve il suo nome a Durrow nella Contea di Laois – e può vivere fino alla veneranda età di 80 anni. Si tratta di ostriche perlifere di acqua dolce e vivono nei fiumi irlandesi dall'ultima era glaciale.

4 La strega scaltra

Durante la Grande Carestia che colpì l'Irlanda a metà del XIX secolo, la gente credeva che una strega del posto avrebbe protetto dalle malattie il raccolto di patate se le avessero piantate in terreni incolti sulla collina lì vicino. Oh... meraviglia... le patate erano davvero sane! A quanto pare, quel fianco della collina manteneva le piante all'asciutto e protette dalla ruggine. Ma a noi piace pensare che ci fosse lo zampino della strega...

5 Riccioli famosi

Nella città vichinga di Waterford, il Bishop’s Palace espone un reperto davvero insolito: un ricciolo dei capelli di Napoleone Bonaparte. Si narra che venne portato in Irlanda da Letizia, nipote di Napoleone, che sposò Sir Thomas Wyse of Waterford e si stabilì in questa cittadina costiera.

6 Il medico delle celebrità

Parlando di Napoleone, ti piacerebbe trascorrere la notte nella casa del suo medico personale? James Verling era un abitante di Cobh che venne assunto come chirurgo dall'Esercito Britannico. Si trovava sulla nave che trasportò Napoleone in esilio a Sant'Elena e venne nominato suo medico personale. Alla fine tornò a Cobh nella Contea di Cork, e visse in quello che ora è il Bellavista Hotel.

7 Chi si accontenta...

Conosci la leggenda di San Kevin di Glendalough? Si narra che un giorno, nel VI secolo, un merlo si posò sulla mano che San Kevin teneva distesa fuori dalla finestra e vi depose le uova. Il santo attese pazientemente con la mano distesa che le uova si schiudessero. Ecco perché viene ritratto spesso accanto a un merlo.

8 Un burro sopraffino

A tutti noi piace una fetta di pane nero spalmata di burro, e i pascoli d'Irlanda producono alcuni dei migliori burri al mondo! Ai primi del 1700 il burro era un alimento di lusso molto richiesto in tutto il mondo e il burro di Cork veniva spedito addirittura in Australia e Brasile! Al Cork Butter Museum, troverai una straordinaria celebrazione del patrimonio lattiero d'Irlanda e vi troverai anche un panetto di burro di ben 1.000 anni fa.

9 W la musica

Ci dirigiamo ora al Limerick’s Lough Gur. Si narra che Fer Fi, il re delle fate, viva lì. Tendi l'orecchio quando sei lì perché si dice che suoni tre tipi di musica con la sua arpa: allegra, triste e che ispira il sonno (o la morte) che, a quanto pare, è la "più dolce di tutte". Secondo la tradizione, se una persona malata visitava la sua casa a Knockfennell con la luna piena, la musica che udiva, era foriera della sua sorte.

Nessun risultato corrisponde ai criteri di ricerca immessi

Hai bisogno di un volo o di un traghetto?

Via mare o via aria, trova qui il miglior itinerario

Trova voli
Trova traghetti

Offerte

Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?