Fatti divertenti sull'Irlanda: Parte I

St Patrick, Guinness, Vanishing Lakes - Fun Facts about Ireland

Fatto 1: C'è l'ora, e poi c'è l'ora irlandese

Pensi che il tempo vada più a rilento in Irlanda? Un tempo era così. Lo Statutes (Definition of Time) Act del 1880 definì l'Ora di Dublino come l'ora legale in Irlanda fino al 1916. Tale ora era stata fissata al Dunsink Observatory fuori Dublino ed era in ritardo di 25 minuti e 21 secondi rispetto all'ora di Greenwich (GMT).

Quando diciamo che in Irlanda ci piace fare le cose con i nostri ritmi, è da prendere alla lettera!

Fatto 2: il lago che scompare

Il Loughareema è sicuramente un lago unico nel suo genere. Situato tra le colline ricoperte d'erica fuori Ballycastle nella contea di Antrim, ha una storia popolata di racconti di carrozze fantasma e dello spettro di un irrequieto colonnello fin dal 1898. Ma ancora più strano è il modo in cui il lago scompare e riappare a suo piacimento.

Noi pensiamo sia magia ma l'illusione è in realtà geologica: un buco nascosto si riempie e si svuota di torba e acqua piovana. Adesso c'è...

Fatto 3: San Patrizio e i suoi serpenti

Tutti conosciamo la leggenda di San Patrizio: lo schiavo diventato santo vede Dio sulla Slemish Mountain nella contea di Antrim e scaccia i serpenti dall'Irlanda. Ma è andata proprio così?

Secondo gli scienziati, fu l'era glaciale e non l'intervento divino a liberare l'isola da questi serpenti a sangue freddo. È probabile che i serpenti simboleggiassero la liberazione dell'Irlanda dalle credenze e dai rituali pagani per mano di San Patrizio. Quando si tratta di San Patrizio, la leggenda non manca mai. A Clonmel, nella contea diTipperary, cerca il Pozzo di San Patrizio. Pieno d'acqua, a quanto pare non gela MAI! Ma questa è un'altra storia...

Fatto 4: fortezze di fate

Arpie, folletti e vampiri sono personaggi ricorrenti nel folclore irlandese ma sono soprattutto le fate ad aver lasciato il segno sul paesaggio. Le fortezze delle fate, come Dooneva nella contea di Clare, sono cumuli di terra circolari che la tradizione vuole pieni di magia dei druidi. E guai a te se le disturbi. La leggenda vuole che il capo di un gruppo di uomini che spianava la terra a Dooneeva si ammalò e morì. Sua moglie, una donna saggia, lo riportò in vita con la magia.

Avviso spoiler: in realtà, questi tumuli sono resti di antiche dimore della tarda età del ferro quindi hanno poco a che fare con le creature alate e molto con antiche civiltà! E quell'uomo a Dooneeva? Magari aveva una brutta influenza...

Fatto 5: la Strada Magica

Guarda un po'! In Irlanda esistono strade "particolari"... Uno strano fenomeno fa sì che su queste strade i veicoli percorrano le salite a motore spento. Le Comeragh Mountains nella contea di Waterford e la penisola di Cooley nella contea di Louth ospitano due di questi luoghi incantati.

Perché succede? Alcuni lo attribuiscono ai magneti naturali nella terra, altri pensano sia una questione di prospettiva, e altri ancora ci vedono lo zampino delle fate. Incerto sulla versione a cui credere, l'attore Andrew McCarthy è andato alla ricerca della Strada magica.

Fatto 6: bollicine di Guinness

La Guinness è speciale per molti motivi. Prodotta a Dublino dal 1759, per versare una pinta perfetta dell'adorata birra scura occorrono esattamente 199,50 secondi.

Forse la sua caratteristica più unica, però, è che le sue bollicine scendono invece di salire. Il motivo sta nella forma del bicchiere, che fa sì che le bollicine salgano al centro creando un vuoto verso il basso sui lati. Noi aspettiamo che si assorbano...

Fatto 7: ghigliottina irlandese

Anche se il mondo ha maggiore familiarità con la ghigliottina come, ehm, strumento creato dai nostri vicini francesi, in realtà fece la sua comparsa in Irlanda molto tempo prima della Rivoluzione francese.

Questo famoso strumento di decapitazione venne utilizzato nel 1307 per l'esecuzione di un uomo di nome Murcod Ballagh vicino a Merton nella contea di Galway, oltre 500 anni prima che in Francia. Immortalata in un'incisione su legno (un'antica tecnica di stampa) nel 1577, è riconosciuta come uno dei primissimi esempi di ghigliottina.