Divertimento a Dublino in 48 ore

Ottimo per
  • Cibi e bevande
  • Visite turistiche
  • Noto per
    Vita notturna | Pub tradizionali | Giornate divertenti | Cordialità | Ottimo cibo

Una cosa è dire che sei stato a Dublino. Un'altra è dire che l'hai scoperta appieno. Suoni, canzoni, melodie e sapori: Dublino è una città europea cosmopolita con un cuore molto irlandese. Da musica tradizionale a splendidi parchi urbani, la città consente di provare di tutto... e hai a disposizione 48 ore per divertirti, quindi iniziamo:

Giorno 1

17:00: ordina una pinta, prendi uno sgabello e fai amicizia con la gente del posto. Il centro della città è pieno di pub tradizionali che sfoggiano imponenti bar in mogano e vetrate colorate. Mettiti comodo con una birra artigianale locale al The Stag's Head, al Kehoe's o The Palace o ascolta musica tradizionale presso The Cobblestone di Smithfield, dove alcuni dei migliori musicisti danno il via alle session notturne.

18:30: per la vivacità del centro di Dublino unita a un barbecue texano, vai al Bison Bar, il migliore del suo genere in città con punta di petto arrostita a fuoco lento, succose salsicce e sfilacci di maiale da leccarsi i baffi. Aggiungi un tocco di fascino della vecchia scuola con uno dei loro ottimi cocktail a base di whisky.

Si versano pinte, si vincono e perdono battaglie a colpi di canzoni e il silenzio del pubblico regna sovrano.

Recensione dell'Irish Times sul pub The Cobblestone

20:30: non c'è tempo per fermarsi. Da Whelan's, la notte è appena iniziata. Questo fantastico luogo di ritrovo musicale ha un'ottima acustica che lo rende perfetto per concerti intimi. Ogni sera troverai anche DJ e un bar fino a notte fonda.

23:00: mentre la notte procede, dirigiti al Vintage Cocktail Club e terminala con stile. Proprio nel centro del vivace Temple Bar di Dublino, VCC è un elegante locale in stile speakeasy, con un elenco di cocktail che ti riporterà agli anni '20. Ottimo suggerimento: prenota un tavolo prima della visita. Altri locali consigliati per fare notte fonda sono The Dice Bar di Smithfield, House in Leeson Street e Chelsea Drugstore su George's Street.

Giorno 2

10:00: dopo una colazione da campioni al Fumbally Café, raggiungi la Gallery of Photography nel Temple Bar. La galleria, che ospita esposizioni sempre diverse, si trova in Meeting House Square, che il sabato prende vita con un vivace mercato alimentare.

11:30: da qui ti troverai a pochi passi dal Trinity College, la più antica università d'Irlanda. Attraversando le piazze acciottolate ti sembrerà di passeggiare con i grandi: l'università annovera tra i suoi studenti Oscar Wilde, Samuel Beckett e Oliver Goldsmith. Mentre sei qui, non perdere il Libro di Kells.

Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio.

Oscar Wilde

12:30: passeggia fino al Little Museum of Dublin affacciato su St Stephen's Green. Il museo è un tesoro di antichi manifesti, quotidiani, fotografie e cimeli di Dublino. Non hai ancora trovato ciò che cerchi? Dirigiti all'ultimo piano per un'esposizione dedicata agli U2.

13:00: lasciando la dimora georgiana, fai tre passi a destra. Andando più avanti perderesti Hatch & Sons, che offre cibi irlandesi che coniugano tradizione e modernità, un piccolo e straordinario caffè che serve i piatti preferiti dell'Irlanda come il blaa di Waterford ripieno di croccante bacon.

Scopri Dublino

14:00: dopo pranzo, dirigiti verso il Creative Quarter di Dublino, un reticolo di strade attorno a South William Street. Fai un giro negli interni alla moda di negozi quali Industry e l'Irish Design Shop; passeggia nel più antico centro commerciale di Dublino - il George's Street Arcade vittoriano - e fermati per un caffè al Kaph.

15:00: tagliando esattamente in due il centro della città, il fiume Liffey definisce il senso di identità della città... tanto a nord quanto a sud. Guardalo da una prospettiva diversa con City Kayaking, che organizza escursioni in kayak sul fiume sotto i famosi ponti di Dublino.

La birra artigianale è la novità del momento, ma una pinta della "black stuff” è ancora irrinunciabile durante qualsiasi viaggio a Dublino.

The New York Times

18:00: con splendida vista sul fiume Liffey, presso The Woollen Mills, locale per buongustai, potrai afferrare una scodella di antiche pietanze di Dublino come il coddle (uno stufato di bacon, salsicce e patate) in uno spazio moderno e frequentato disposto su quattro piani.

19:30: la prossima fermata? Non può che essere il teatro. The Woollen Mills è a breve distanza da due grandi teatri di Dublino: lo Smock Alley, aperto nel 1662, e il Project Arts Centre, che offrono entrambi esperienze artistiche multidisciplinari.

22:00: non hai voglia di andare a dormire dopo lo spettacolo? Rimani in zona e dirigiti da The Workman's sulle banchine del fiume Liffey. Questo locale su più piani ha visto svolgersi di tutto: dai Kodaline a un DJ set di Cillian Murphy. Fatto.

Giorno 3

10:00: la costa di Dublino è incredibile e saresti matto a perderla. Salta sulla Dart e in circa 25 minuti sarai a Sandycove, dove potrai tuffarti nel mare con gli abitanti del posto nella zona di balneazione da 12 metri. Riscaldati con un caffè al 64 Food & Wine di Glasthule prima di puntare verso Killiney Hill, con splendida vista sulla baia di Dublino e sul Wicklow.

13:00: riprendi la Dart per tornare in città e gusta uno dei migliori brunch di Dublino al Brother Hubbard su Capel Street. Troverai una cordiale atmosfera locale lungo una strada che sta diventando sempre più un centro della scena sociale di Dublino.

Dalla "sgualdrina con la carriola" (statua di Molly Malone) allo "stiletto nel ghetto" (Spire of Light, O'Connell St), a Dublino l'arte pubblica si scontra più che altrove con l'irriverente umorismo di strada.

Lonely Planet

14:30: termina la giornata con una visita al Museum of Decorative Arts & History alla Collins Barracks, e con la possibilità di ammirare 15.000 manufatti grazie alla celebrazione del centenario di Ireland 2016. Sono presenti anche sale che mostrano ricostruzioni del design irlandese, oltre a un'esposizione dedicata a Eileen Gray, uno dei designer più famosi d'Irlanda e uno dei principali membri del moderno movimento del design internazionale.

Continua l'esplorazione

Offerte

Mmh, non conosco questa e-mail. Riprova ad inserire il tuo indirizzo e-mail?