Passeggiate lungo la costa

The Antrim coast
The Antrim coast

Accidentate o delicate, desolate o accoglienti, incredibilmente spettacolari o perfette per la pagaia, le spiagge e le scogliere d'Irlanda offrono una sbalorditiva varietà a chi ama passeggiare lungo le coste, afferma Vanessa Harriss

Come spiega Paddy Dillon nel suo libro Irish Coastal Walks, l'ultima era glaciale ha lasciato il segno sulla nostra isola: "L'Irlanda ha una precisa inclinazione nord-sud. La conseguenza pratica è che le coste settentrionali presentano spiagge sopraelevate e quelle meridionali valli sommerse dai fiumi".

Naturalmente ciò ha effetto sul paesaggio. "I paesaggi meridionali possono presentare coltivazioni praticamente fino al mare, mentre quelli settentrionali generalmente terminano con scogliere o aspre spiagge sopraelevate" afferma.

Ciò non significa che il mare sia più tranquillo al sud: nessuno può volgere lo sguardo alle Isole Blasket nella contea di Kerry sferzato dalla brezza proveniente da sud-ovest e pensare una cosa simile. Ma questa eredità geologica si presta a una sorprendente varietà di tipi di terreni per le passeggiate e ognuno ha le proprie preferenze.

Nessun luogo è come la costa settentrionale dell'Antrim

"Ho passeggiato molto lungo la costa ma non esiste un posto come la costa settentrionale dell'Antrim. Le supera tutte" afferma Toby Edwards, un custode del National Trust, sul quotidiano britannico The Guardian. "La mia parte preferita è la sezione più alta delle scogliere, che offre un'incredibile vista a 360 gradi della zona e ti lascia sgomento di fronte alle forze della natura".

Per chi non la conosce, lungo la costa settentrionale dell'Antrim si trova uno dei luoghi più famosi d'Irlanda, il Giant's Causeway, una miriade di colonne geometriche di basalto su cui si infrangono le onde. Eppure, a soli 32 km circa a ovest, sorge la Beone Strand, "undici chilometri di sabbia dorata senza una traccia di alghe, ciottoli o rocce contro cui urtare in vista" secondo lo storico Turtle Bunbury. "La spiaggia di Benone è un luogo davvero spettacolare, la più bella che io abbia mai visto. È protetta dalle dune di sabbia e alle sue spalle sorge la minacciosa sagoma del Binevenagh a sud, e spesso è quasi deserta.

West Cork, selvaggio e meraviglioso

Al contrario, il West Cork ha un "fascino selvaggio e ultraterreno" che attrae da sempre artisti, scrittori e hippy, sostiene John Crowley sul Wall Street Journal. "Gli spiriti più estremi non ci sono più ma la zona ha ancora una vena alternativa" e resta "un luogo bizzarro e innovativo".

Ospita anche la Sheep's Head Peninsula e un itinerario per le escursioni di circa 88 km. Sono molte le opportunità di accorciare il percorso per chi è meno in forma, ma è "magnifico: l'essenza del selvaggio West Cork, meravigliose passeggiate e uno scenario mozzafiato senza folle" secondo una recensione inserita su TripAdvisor da Odysseus53, un visitatore londinese.

Il luogo che preferisco è nel Connemara

Come sostiene Kevin Doyle su CN Traveller, "l'Irlanda ha la sua anima nel Connemara, con le sue immense montagne brulle, i fiumi e l'aspra costa. L'ovest dell'Irlanda è fatto di spazi aperti, ma quelli nel Connemara sono i più ampi".

La mia passeggiata preferita lungo la costa inizia e termina nel villaggio di Roundstone, lungo la soffice sabbia bianca di Gurteen, attraverso il promontorio fino a Dog's Bay e poi di ritorno da Vaughan's per una scodella di zuppa di pesce prima di un giro finale lungo la collina fino al porto. Da O'Dowd's per una pinta. Per le mie finanze non esiste nulla di meglio.