La Città fortificata di Derry

Cannon along the city walls of Derry-Londonderry
Cannon along the city walls of Derry-Londonderry

La guida turistica Martin Crossan sorride rivolto alla macchina fotografica. Il suo é un volto familiare per i residenti e i visitatori della Città Fortificata di Derry-Londonderry. Accanto a lui vediamo un volto ancora più familiare, quello dell'attore Will Ferrell

Tutti i visitatori di Derry-Londonderry percepiscono la forte presenza della storia. Will Ferrell  l'ha percepita, come anche la cantante britannica Susan Boyle, il Governatore della Banca d'Inghilterra e il comico irlandese Tommy Tiernan. 

Ma per capire meglio  di cosa si tratta, sarà meglio chiedere a Martin.

Le Mura di Derry-Londonderry sono una delle cinte murarie più straordinarie d'Irlanda. Sono lunghe quasi due chilometri e, sorprendentemente, non sono mai state violate dal giorno del loro completamento.

Oggi sarebbe difficile vedere costruzioni così robuste!

La costruzione delle mura risale a molto tempo addietro, infatti nel 2013 si celebrerà il quattrocentesimo anniversario della cinta muraria. Se le mura potessero parlare...

La presenza della storia

"Passeggiando lungo le mura si percepisce la presenza della storia" ci dice Martin. "Basta abbandonarsi alla fantasia per immaginare questi luoghi così come erano molti secoli or sono. Gli eserciti in guerra assediavano brutalmente la cittadina e i residenti morivano di fame per difendere le loro case."

E riuscirono davvero a proteggerle, e se osserviamo le condizioni in cui sono le mura ancora oggi, possiamo dire che fecero un ottimo lavoro. Ma furono anche aiutati. L'aiuto giunse sotto forma di piccoli ma robusti cannoni, distribuiti lungo l'intera cinta muraria. Oggi sono solo oggetti pittoreschi ma, 400 anni fa, quando venivano usati, erano armi capaci di incutere molto timore.

Le Porte della città

Ma non ci sono soltanto i cannoni a rendere interessante una passeggiata lungo le mura, ci sono anche le porte ("gates"). Come ci spiega Martin, i nomi delle porte furono scelti per ragioni puramente pratiche.

"La città ha quattro porte principali. La porta di Shipquay Gate si chiama così perché conduceva alla banchina portuale. La Butchers Gate deve il suo nome a una delle società mercantili della cittadina, mentre la Bishops Gate prese il nome da un vescovo locale.

Ferryquay Gate, da dove parte la nostra visita, si chiama così perché non lontano da qui parte il traghetto che collega le due sponde del fiume."

I cannoni, le storie di guerra e di popolazioni affamate, le porte clandestine e la presenza costante della storia, l'anima della cittadina di Derry-Londonderry risiede nelle sue mura.

E secondo Martin, sarà sempre così: "Le mura sono la risorsa più importante di questa cittadina ormai da 400 anni, e speriamo che continuino ad esserlo per molti secoli ancora".

E allora, quale momento migliore di questo per una visita?