Dogana e frontiere

Al tuo arrivo nell'isola irlandese, dovrai svolgere alcune procedure doganali e frontaliere

Dogana

I visitatori che giungono in Irlanda dal Regno Unito e da altri Paesi dell'UE non dovranno effettuare una dichiarazione doganale nel luogo di ingresso.

Tuttavia, per proteggere la salute e l'ambiente, alcune merci sono proibite o soggette a limitazioni. Tra queste, la carne e il pollame.

Presso la maggior parte dei porti e degli aeroporti, le dogane presentano canali verdi e rossi. Se devi dichiarare merci che superano le franchigie fiscali e dalle accise per i visitatori non UE devi utilizzare il canale rosso. Se non hai nulla da dichiarare, passa attraverso il canale verde.

Merci ottenute all'interno dell'UE

Non vi sono limiti imposti all'importazione di tabacco e alcol da un Paese dell'UE a un altro. Tuttavia, i visitatori potranno essere tenuti a dimostrare alla dogana che le merci sono destinate esclusivamente all'uso personale.

Merci ottenute al di fuori dell'UE

Per i viaggiatori diretti nella Repubblica d'Irlanda o in Irlanda del Nord, vi sono circostanze che prevedono franchigie dalle accise per le merci. I viaggiatori dovranno arrivare direttamente da un Paese esterno all'Unione Europea (UE) o da un Paese non UE attraverso un altro Paese membro dell'Unione europea, o dalle Isole Canarie, Isole del Canale o Gibilterra.

Franchigie dalle accise

Generale
È consentito portare merci (inclusi omaggi, souvenir, profumi e capi di abbigliamento) esenti da dazi, il cui valore complessivo non superi:

  • €430/£390 nel caso di individui di età superiore ai 15 anni
  • €215 nel caso di individui di età inferiore ai 15 anni

Le franchigie monetarie suddette non si applicano a singoli articoli che superino i valori sopra riportati. Se si trasporta qualcosa di valore superiore al limite pertinente di €430/£390 o di €215 occorre pagare le spese di importazione sull'intero valore. Se si riportano a casa merci esenti da dazi acquistate in Irlanda, queste rientreranno nella franchigia.

È consentito portare merci esenti da dazi nelle categorie seguenti (tabacco, alcol e così via) nel rispetto dei limiti indicati.

Tabacco

  • 200 sigarette o 100 Cigarilli o 50 sigari o 250 g di tabacco

Le franchigie si intendono su base frazionaria, ad esempio 100 sigarette più 50 Cigarilli sarebbero il limite complessivo.

Alcolici

  • 1 litro di superalcolici (oltre il 22%) o 2 litri di prodotti intermedi (ad es. porto, sherry, ecc. ma non vino frizzante) oppure
  • 4 litri di vino o 16 litri di birra

Altro

  • 50 g di profumo e 250 ml di eau de toilette

Dazi doganali, accise e IVA, ove applicabili, vengono applicati sulle merci che superano la franchigia di esenzione dai dazi.

I visitatori che vivono al di fuori dell'UE hanno diritto ad avere il rimborso di una parte dell'IVA sugli acquisti effettuati durante il soggiorno in Irlanda. La maggior parte dei commercianti irlandesi partecipa al regime di rimborso dell'IVA e per questo è possibile richiedere un modulo di rimborso dell'IVA al momento dell’acquisto direttamente al commerciante. È necessario compilare il modulo in tutte le sue parti, accertandosi di includere un numero di carta di credito per facilitare il rimborso. Le merci devono essere esportate al di fuori dell'UE entro tre mesi successivi al mese di acquisto e ci vorranno 4-6 settimane per ricevere il rimborso

In alternativa, è possibile richiedere il rimborso in contanti attraverso l’ufficio di Tax Free Worldwide e Carroll Irish Gifts in tre punti a Dublino:
57/58 Upper O'Connell St,
Ballast Casa, Westmoreland St
22/23 Suffolk St

A Cork invece potrete l’ufficio è a
10 St Patrick Street, Cork 

Se il valore di acquisto di un qualsiasi oggetto sul modulo di rimborso IVA è maggiore di € 2.000, sarà necessario presentare il modulo alla dogana, mostrando la merce acquistata per ottenere un timbro di convalida prima della partenza.
Per maggior informazioni consultare Tax Free WorldwideFexco